Swissmem Formazione professionale Conquistare e sostenere gli apprendisti Promuovere gli apprendisti I campionati delle professioni WorldSkills 2015 - Sâo Paulo

WorldSkills 2015 - Sâo Paulo

La squadra degli operatori in automazione con Silvano Mani e Tobias Blum ha vinto l'argento, mentre l'elettronico Mario Noseda ha portato a casa una medaglia di bronzo. Come negli anni precedenti, il team di Swissmem è stato in grado di confermare con successo la sua posizione al top a livello mondiale. Le WorldSkills di San Paolo hanno segnato ieri la fine dei più grandi campionati mondiali delle professioni mai visti prima.

Motivo di gioia per il team Swissmem in Brasile: circondati da uno spettacolo colorato e da ritmi di samba, ha ottenuto ieri due medaglie e un diploma alle WorldSkills.

I partecipanti speravano in un posto sul podio, ma a causa della concorrenza molto forte, in particolare dall'Asia e dal Brasile, alla fine sono rimasti un po' sorpresi. "Durante i quattro giorni di gara, abbiamo sempre prestato attenzione alla qualità e non ci siamo lasciati distrarre dalla velocità delle altre squadre asiatiche", dice Silvano Mani della squadra degli operatori in automazione. "Siamo particolarmente felici che alla fine questo abbia dato i suoi frutti.”

Anche l'elettronico Mario Noseda si è mostrato soddisfatto: "Il top era molto ravvicinato. Inizialmente speravo in una medaglia, ma dopo quattro giorni intensi non ci speravo più.»

Panoramica dei risultati del team Swissmem

Argento
Operatore/Operatrice in automazione AFC (team a due)
Silvano Mani, zb Zentralbahn AG, Stansstad (NW), residente a 3754 Diemtigen (BE)
Tobias Blum, Ammann Schweiz AG, Langenthal (BE), residente a 4932 Lotzwil (BE)

Bronzo
Elettronico/Elettronica AFC
Mario Noseda, msw, Winterthur (ZH), residente a 8400 Winterthur (ZH)

Diploma
Progettista meccanico/meccanica AFC
Michael Ottiger, RUAG Schweiz AG - RUAG Aviation, Emmen (LU),
residente a 6023 Rothenburg (LU)

I buoni risultati danno una buona pagella alla formazione duale nel settore MEM e continuano la serie di successi nelle partecipazioni alle WorldSkills. Dalla sua prima partecipazione ai Campionati mondiali delle professioni nel 1997, il team Swissmem è sempre tornato a casa con almeno una medaglia.

A differenza di molti Paesi asiatici, che preparano i loro partecipanti ai campionati mondiali in specifici campus, i giovani svizzeri acquisiscono le loro competenze in prevalenza attraverso il lavoro quotidiano nelle aziende. I buoni risultati ai campionati mondiali non sono quindi solo il risultato di prestazioni individuali di alto livello, ma testimoniano anche l'ampia qualità della formazione professionale in ambito industriale.

"I partecipanti hanno fatto un ottimo lavoro", dice Paul Hüppi, responsabile delle WorldSkills di Swissmem, "ma non dobbiamo dimenticare il grande impegno degli esperti, dei coach e delle aziende formatrici".

Nel complesso, le WorldSkills di San Paolo ha mostrato che l'élite mondiale si è ampliata. Nella classifica delle nazioni, la Svizzera è scivolata dal secondo posto, ottenuto a Lipsia nel 2013, al quarto posto. Tuttavia, rimane la migliore delle nazioni europee.

Numerose le classi scolastiche ed i sostenitori

Con un totale di quasi 1.200 partecipanti provenienti da 58 nazioni e regioni in gara in 50 discipline, le WorldSkills di San Paolo sono state i più grandi campionati mondiali delle professioni mai tenuti. Circa 200.000 visitatori - tra cui un gran numero di scolaresche - hanno visitato il centro espositivo di San Paolo durante le giornate di gara. Particolarmente numerosi anche i tifosi svizzeri che hanno sostenuto lo Swiss Team durante i quattro giorni di gara.

Ultimo aggiornamento: 02.06.2021